domenica , Settembre 19 2021

30 gennaio: Santa Giacinta Marescotti

Nella guerra d’amor chi fugge vince

Giacinta, al secolo Clarice, figlia del Conte Marcantonio Marescotti e di donna Ottavia Orsini, nasce a Vignanello (VT) il 6 marzo 1585. Assieme alle sue due sorelle Ginevra e Ortensia, studia al Convento di San Bernardino a Viterbo; al termine degli studi Ginevra rimane in convento e prende il nome di Suor Immacolata. Clarice e Ortensia sono introdotte nelle migliori case; Clarice è molto attratta dal giovane Paolo Capizucchi ma egli chiede la mano della sorella minore Ortensia. Clarice ne rimane sconvolta e dopo qualche settimana decide di raggiungere la sorella Suor Immacolata a San Bernardino. Qui prende il nome di Giacinta, ma senza farsi monaca: sceglie lo stato di terziaria francescana, che non comporta clausura stretta. Anziché vivere in una cella, si fa arredare un intero appartamento nello stile delle sue stanze a Vignanello, ed è servita da due giovani novizie. Conduce una vita mondana e licenziosa fino al 1615, quando, in seguito ad una malattia, entrò in una crisi spirituale: si ritrovò sola e gridò forte “O Dio ti supplico, dai un senso alla mia vita, dammi la speranza, dammi la salvezza!”. Il giorno dopo venne a trovarla il Padre confessore e la notte seguente Suor Giacinta trascorse l’intera notte pregando, e provò una serenità ultraterrena. Si convertì e si diede ad esercizi di penitenza e di perfezione cristiana. Per Suor Giacinta cominciano ventiquattro anni straordinari e durissimi: povertà totale e continue penitenze, con asprezze oggi poco comprensibili, ma che rivelano energie nuove e sorprendenti. Dalle due camerette raffinate lei passa a una cella derelitta per vivere di privazioni ma al tempo stesso, di lì, compie un’opera singolare di “riconquista”. Personaggi lontani dalla fede vi tornano per opera sua, e si fanno suoi collaboratori nell’aiuto ad ammalati e poveri. Un aiuto che Giacinta la penitente vuole sistematico, regolare, per opera di persone fortemente motivate. Questa mistica si fa organizzatrice di istituti assistenziali; aiutata dal cittadino Francesco Pacini fece nascere una confraternita laicale, detta dei “Sacconi” (dal sacco che i confratelli indossano nel loro servizio), col fine di elemosine e di soccorsi ai poveri, malati e detenuti. Dedicò il resto della sua vita ad aiutare il prossimo. Non sono molti quelli che la conoscono di persona. Ma subito dopo la sua morte, avvenuta il 30 gennaio 1640, tutta Viterbo corre alla chiesa dove è esposta la salma e tutti si portano via un pezzetto del suo abito, sicché bisognerà rivestirla tre volte. Il corpo è nella chiesa del Monastero di San Bernardino, a Viterbo. Fu beatificata da Pp Benedetto XIII (Pietro Francesco Orsini, 1724-1730) nel 1726 e proclamata santa da Pp Pio VII (Barnaba Chiaramonti, 1800-1823) nel 1807.
 
Oggi si celebrano anche:
S. Martina di Roma, Vergine e martire († 677)
S. Batilde, Regina dei Franchi († Parigi, 680)
S. Armentario di Pavia, Vescovo († 731)
S. Teofilo, detto il Giovane, Soldato e martire († Cipro, 792)
B. Francis Taylor (1550-1621), padre di famiglia, martire in Irlanda
B. Sebastiano Valfrè (1629-1710), Sacerdote oratoriano
S. Paolo Ho Hyob (1796-1840), Soldato e martire
S. Tommaso Khuông (cc 1780-1860), Presbitero e martire nel Tonchino
S. Davide Galvan Bermudez, Presbitero e martire Messicano († 1915)
S. Muziano Maria (Luigi Giuseppe) Wiaux (1841-1917), F.S.C.
B. Columba (Giuseppe) Marmion (1858-1923), abate dell’Ordine di S. Benedetto
B. Carmela Garcìa Moyòn (1888-1937), Maestra, martire in Spagna
B. Sigismondo (Zygmunt) Pisarski (1902-1943), Sacerdote e martire in Polonia
B. Bronislao Bonaventura Markiewicz (1842-1912), Sacerdote

**************************************************************
Christus vincit,Christus regnat,Christus imperat.
Jesus Christus, heri et hodie, ipse est in saecula!
 
 
^^^
1876, Primo aroma artificiale. I chimici tedeschi William Haarman e Karl Reimer ottengono in laboratorio il primo aroma artificiale, la vaniglia, utilizzata subito dai produttori di cioccolato.

compleanni
1882 Franklin Delano Roosevelt
1930 Gene Hackman
1949 William King

 proverbio
L’uomo può ciò che vuole, quando sa di non voler altro che ciò che deve

frase celebre
“Si passa sovente dall’amore all’ambizione, ma non si ritorna mai dall’ambizione all’amore”
La Rochefoucauld, Massime

consiglio
Spazzole
Per pulire le spazzole per capelli, lasciatele in ammollo per mezz’ora in acqua, ammoniaca ed una goccia di shampoo. spazzolatele e lasciatele sgocciolare bene

cosa vuol dire
Terra promessa
Paese ricco di risorse ed ardentemente desiderato
Parole che risalgono al linguaggio biblico, dove la terra promessa è la terra che Dio assegnò agli ebrei dopo la schiavitù d’Egitto

 consiglio per terrazzo orto e giardino
Manutenzione
Deve essere frequente perchè l’impermeabilità delle pareti e lo spazio relativamente ridotto limitano e rallentano la degradazione dei detriti vegetali, che si accumulano riducendo la profondità o galleggiano sottraendo aria e luce alla vegetazione e ostacolano lo sviluppo.

accadde oggi
1933 nomina a Cancelliere del Reich di Hitler, il quale costituisce un governo di centro-destra
1948 muore Mohandas Karamchand Gandhi, protagonista della lotta per l’indipendenza dell’India
1975 apertura del Consiglio Nazionale della Democrazia Cristiana

Check Also

28 gennaio: San Tommaso d’Aquino

Nella cassa dell’avaro – il diavolo ci gioca Tommaso nacque a Roccasecca nel 1225, nel …