giovedì , Aprile 15 2021

ETNA, 11 FEBBRAIO 2014, ORE 08:20 GMT

20140126_etnaDurante la notte del 10-11 febbraio 2014, è continuata la persistente attività stromboliana da due bocche eruttive all’interno del Nuovo Cratere di Sud-Est (NSEC) dell’Etna, periodicamente accompagnata dall’emissione di modeste quantità di cenere vulcanica, e lava ha continuato ad uscire dalle bocche effusive poste sul fianco e alla base orientale del cono del NSEC. Alle ore 06:07 GMT (=ore locali -1) del 11 febbraio, dalla zona delle bocche effusive è stata emessa un’abbondante quantità di cenere di color marrone rossastro, formando un flusso molto denso e caldo, che ha rapidamente raggiunto la base della parete occidentale della Valle del Bove. La nube generata da questo flusso è visibile nella parte destra dell’immagine qui accanto, ripresa circa 1 minuto dopo l’evento da Tremestieri Etneo, sul fianco sud dell’Etna. Successivamente, dall’area di origine del flusso, sono continuate le emissioni di cenere di color marrone rossastro, mentre alle bocche eruttive all’interno del NSEC l’attività stromboliana è tuttora in corso.

INGV

Check Also

Mare caldo e anomalie atmosferiche favoriscono i tornado italiani

Pubblicato su Atmospheric Research un recente studio dall’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del …