giovedì , Marzo 4 2021

Una babilonia di azione, musica e danza performance di Aurelio Gatti e Marcello Fiorini a Palermo palazzo Riso

methamorphosis rid 280Una ricerca sulle infinite e alchemiche discordanze tra corpo, azione e musica generano una dina-mica nuova‚ totalmente estranea agli elementi generativi eppure intimamente collegata con questi. Lo spettacolo di musica e danza “Babilonia”, una produzione Hystrio e MDA Produzioni Danza, debutta sabato 5 aprile alle ore 21 al Museo Riso di Palermo per Contemporaneo sensibile, la rassegna dedicata ai nuovi linguaggi della scena organizzata dalla direzione del Museo d’arte con-temporanea della Sicilia Palazzo Riso, Capuantica Festival, Estreusa e Circuito Danza Lazio, in col-laborazione con Teatri di pietra e Una danza in Sicilia.

Da un’idea del virtuoso fisarmonicista classico e compositore Marcello Fiorini “Babilonia” è stato concepito partendo dal suo significato nella mistica di derivazione biblica, ovvero una metafora uti-lizzata per definire una società‚ uno stato o un’istituzione che assomma in sé ciò che è considerato negativo nella natura umana (meticciaggi, diversità, intraducibilità) e che in qualche maniera evoca il Caos, allorché tutti i linguaggi si mischiano e diventano incomprensibili l’uno all’altro.

Secondo i Veda (antichissimi testi sacri dei popoli arii)‚ il Caos non è un misterioso disordine co-smico che ci attende nel profondo dell’universo, e nemmeno un magmatico oceano di lava che ribol-le minaccioso accanto al cuore della terra, ma è l’illusione di questa realtà‚ il continuo gioco tra de-siderio e sofferenza che costella e soggiace alla trama della vita.

Attraverso questa visione, il Caos sarebbe quindi nella nostra percezione‚ nel credere ai nostri sensi‚ che le cose abbiano senso, un senso che con tutta probabilità‚ invece‚ ci sfugge.

Sono questi i pensieri che hanno dato vita al progetto nato dall’incontro tra Marcello Fiorini e il co-reografo Aurelio Gatti‚ una ricerca su quelle infinite e alchemiche discordanze tra corpo‚ azione e musica che nel complesso generano una dinamica altra‚ nuova‚ totalmente estranea agli elementi generativi, eppure intimamente collegata con questi. Dalla dinamica musicale nasce il movimento, che piano piano si affina fino a diventare danza. In scena le danzatrici Rosa Merlino Monica Ca-milloni (che firmano anche le coreografie) e Carlotta Bruni. Le musiche originali, eseguite dal vivo, sono di Marcello Fiorini, la regia di Aurelio Gatti.

“CONTEMPORANEO SENSIBILE”, IL CALENDARIO DEGLI SPETTACOLI:

Sabato 5 aprile

“Babilonia”

Produzione Hystrio/Mda Produzioni Danza

da un’idea di Marcello Fiorini

coreografia Rosa Merlino e Monica Camilloni

musica originale eseguita dal vivo da Marcello Fiorini

con le danzatrici Carlotta Bruni, Monica Camilloni, Rosa Merlino

Mercoledi 9 e giovedi 10 Aprile

“Il viaggio del Guerrin Meschino”

Produzione Estreusa/ Mda Produzioni Danza

Da Gesualdo Bufalino, drammaturgia Sebastiano Tringali e Aurelio Gatti

Regia e coreografia Aurelio Gatti

con Sebastiano Tringali e Cinzia Maccagnano

con Gabriella Cassarino e le danzatrici Carlotta Bruni e Rosa Merlino

Sabato 26 Aprile

“Novecento”

Produzione Spaziotre

Dal monologo di Alessandro Baricco

con Carlo Vitale

musiche Mariano Bellopede, luci Gianni Caccia

regia Enrico Santori e Carlo Vitale

Venerdì 2 e sabato 3 maggio

“Un’ora tutta per me”

Produzione Babel Crew

Primo capitolo del “Dramma in corpore”_una trilogia

con Simona Argentieri

drammaturgia e regia Giuseppe Provinzano, coreografia Simona Argentieri

Venerdì 9 e sabato 10 maggio

“Weltflucht”

Produzione Ritmi sotterranei

Musiche Mozart, Julia Kent, Olafur Arnalds, Jun Miyake, Anthony And The Johnsons

Regia e coreografia Alessia Gatta

Danzatori Gioele Coccia, Viola Pantano, Marco Grossi, Giacomo Sabellico

Check Also

Covid-19 e cambiamenti climatici

Uno studio dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico e dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Cnr mostra …