lunedì , Giugno 21 2021

Gela, successo della mostra “Giovanni Paolo II, pellegrino di Misericordia”

mostra GPIIGrande partecipazione ieri all’inaugurazione della mostra “Giovanni Paolo II, pellegrino di Misericordia” presso la Piccola Casa della Misericordia nei locali dell’Opera Pia Regina Margherita. L’evento unico nel suo genere in tutta la Sicilia, è stato patrocinato dal Comune di Gela e dalla Casa di Cura Santa Barbara raccoglie 150 fotografie che descrivono le tappe fondamentali della vita del grande Papa polacco che il 27 aprile insieme a Giovanni XXIII sarà canonizzato. Oltre le foto sono esposti oggetti e paramenti autentici appartenuti a Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII così anche di Benedetto XVI, papa della beatificazione di Giovanni Paolo II e di Francesco, papa della canonizzazione dei due Papi. Sono esposti anche dei quadri realizzati dai maestri: Antonio Occhipinti, Rita Castellano, Sonia Madonia e Giovanni Battista di Dio. “La mostra – afferma don Lino di Dio, che il Vescovo ha confermato come suo segretario – vuole essere un omaggio ai due pontefici santi, un percorso che attraverso la vista possa colpire il cuore e suscitare sentimenti di riconciliazione e di solidarietà fraterna. Tra memoria e gratitudine vogliamo ricordare Giovanni Paolo II, il Papa che ha cambiato la storia”. La mostra è stata inaugurata dal nuovo Vescovo Mons. Rosario Gisana, che proprio ieri ha compiuto 55 anni. E’ stata fatta dono al Vescovo di una croce pettorale in legno scolpita da una famiglia cristiana di Nazareth. La serata è continuata al teatro comunale “Eschilo” con lo spettacolo “Non abbiate paura” condotto da Alessandro Preziosi e presentato da Liliana Blanco e dal musicista Ottavio Duchetta. L’attore prendendo spunto dalla vita di Sant’Agostino e don Peppino Diana, interpretati recentemente in fiction televisivi ha intrattenuto il pubblico con la sua testimonianza e il canto. La mostra che terminerà il 31 maggio è aperta tutti i giorni dalle ore 9,30 alle 12 e dalle ore 16,00 alle 19. Per le scuole e i gruppi si chiede la prenotazione al 3663121670. Ingresso libero.

Check Also

Dimmi a chi telefoni e ti dirò dove abiti

È possibile localizzare la posizione di un’abitazione attraverso l’analisi dei dati di telefonia mobile? L’Istituto …