venerdì , Maggio 7 2021

Monte Erice, il bilancio è positivo: ora si guarda alla prossima edizione

monte erice 56La 56^ edizione della Monte Erice, la cronoscalata trapanese organizzata dall’Automobile Club Trapani e valevole come prima prova del campionato italiano velocità della montagna, va in archivio. Ed il bilancio non può che essere positivo. Non soltanto dal punto di vista sportivo, con il record di Cristian Merli, primo pilota a scendere, nelle due manches, sotto i sei minuti, ma anche dal punto di vista organizzativo. Tutte le attenzioni del mondo dei motori erano concentrate sulla gara trapanese ed il risultato “è stato formidabile – spiega Giacomo Bongiorno, vicepresidente dell’Ac Trapani -. Adesso, però, dobbiamo subito metterci al lavoro per le prossime edizioni. E mi riferisco alla sinergia con le varie amministrazioni locali che già ci sono state vicine quest’anno, al fine di sviluppare l’offerta turistica per il territorio, ma anche all’aspetto organizzativo nazionale al fine di diminuire i costi. Chiederemo agli organi competenti di rivedere i regolamenti ed i comportamenti sia per gli organizzatori, ma anche per i piloti partecipanti alle manifestazioni nelle Isole. Il tutto nel rispetto dei vincoli di bilancio cui sono costretti gli amministratori non dimenticando, però, l’importanza dell’evento, ben radicato nella nostra Sicilia, una manifestazione di importanza nazionale ed europea”.

Dal punto di vista sportivo, grande battaglia c’è stata anche tra le auto storiche con il primo posto assoluto che è stato conquistato da Francesco Avitabile, su Bmw 320 I, con il tempo di 7’49”71. Di seguito i risultati in dettaglio.

Classifica assoluta: 1° Francesco Avitabile (Bmw 320 I) 7’49”71; 2° Leonardo Grimaldi (Fiat 128 Baistrocchi) a 7”57; 3° Gaspare Piazza (Fiat X 1/9) a 10”82.

Raggruppamento 1: 1° Gaetano Gioé (Porche 911 S) 8’24”49; 2°Salvatore Spinelli (Alfa Romeo Giulietta) a 37”73; 3° Mariano Saluto (Terrier Mk2) a 43”84.

Raggruppamento 2: 1° Roberto Costantino (Bmw 2002 Tii) 8’17”48; 2° Quintino Gianfilippo (Alfa Romeo Alfetta Gt6) a 16”73; 3° Andrea Maiorana (Fiat X 1/9) a 26”67.

Raggruppamento 3: 1° Francesco Avitabile (Bmw 320 I) 7’49”71; 2° Leonardo Grimaldi (Fiat 128 Baistrocchi) a 7”57; 3° Gaspare Piazza (Fiat X 1/9) a 10”82.

Check Also

Luce e nanoparticelle per una catalisi ‘verde’

Uno studio condotto da Cnr, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna e …