sabato , Luglio 24 2021

Riconoscimento al poeta licatese Lorenzo Peritore al Premio Letterario “Enzo Romano” di Mistretta

Lorenzo Peritore Mistretta Premio Enzo RomanoAncora un riconoscimento per il poeta licatese Lorenzo Peritore che ha ottenuto una Segnalazione della Giuria del Premio Letterario “Enzo Romano” di Mistretta (Messina) organizzato dalla locale Pro-Loco.
Peritore ha presentato la poesia intitolata INTRA NA RITI scritta in occasione dell’uscita del libro del suo caro amico, sociologo e giornalista, Francesco Pira “La net comunicazione politica”, presentato a Licata presso il Liceo Linares. Proprio in quell’occasione Lorenzo Peritore ha declamato la poesia poi inviata al Concorso letterario messinese.
E nei scorsi giorni la Presidente della Giuria, professoressa Marina Castiglione, ha fatto pervenire al poeta licatese la targa con la motivazione: “nonostante la labilità dell’elemento dialettale, si presenta interessante, dinamico, attuale”. http://www.prolocomistretta.it/graduatoria-premio-letterario-enzo-romano-2014/
La poesia affronta il tema del controverso rapporto che quotidianamente abbiamo con le nuove tecnologie in una chiave umoristica ma anche di forte impatto comunicativo e sociale.
Ecco il testo della poesia

INTRA NA RITI di Lorenzo Peritore

Semmu tutti intra na riti
su You Tube e su Internet,
tutti quanti semmu on line
tutti quanti work e net

Facebook, Twitter,
Ipad, Iphone,
ahimè, a numinarli
mi vena a cumbusion

Iucammu ca playstation,
chi tastieri e i joystik
e scrivemmu cu l’e-mail
anziché ca carta e a bic

U dialugu sparia,
a parola un s’usa ciù
usammo chat, web,
essemmessi e www

Semmu tutti intra na riti
notti e giornu a navigare
e un mittemmu mancu o cuntu
quanti rischi hava stu mari

L’omu d’oggi addivintàu
telematico e globali
mentri tutti i picciliddi
nativi digitali

D’informatica e computer
fari a menu un si nni po’,
stammu tutti addivintannu
comu i machini e i robot

Luntanu un ci po iri
se un si n’formatizzatu,
arresti fora o munnu
annarreri e emarginatu

In qualsiasi travagliu
sia pubblicu o privatu
se un ti metti dinta a riti
mancu si cunsidiratu

Cosa ca già caperu
politici e partiti
ca si stannu organizzannu
cu profili, blog e siti

A spinta a detta Obama
ca fu elettu Prisidenti
facennusi a campagna
cu sti tipi di strumenti

In politica na vota
in campagna elettorali
s’usavinu sistemi
per lo più tradizionali

Ad esempiu m’arricordu
ca o paisi da Licata
a campagna si faciva
casi casi e strata strata

Si facivinu i comizi
unn’è ca i candidati
ni dicivinu i programmi
e vidè tanti minghiati

M’arricordu chiaramenti
ca c’era co pi fina
dava cartati i pasta
e buoni di binzina

Poi u fenominu n’grussà,
si spargia pian pianu a vuci
e a politica addivintà
clientela, tangenti e n’ciuci

Tantu c’arriniscia
a realizzari u pianu
di sucari tuttu u sangu
du populu italianu

E ora sta politica
misa e latu e abbiata fora
appoggia a Mariu Monti
ca u sangu nu suca ancora

A riti pa politica
e n’opportunità
se vo veicolari
trasparenza ed onestà

Viceversa s’ha guardari
di sta nova n’formazioni
ca producia assai protesti
e vidè rivoluzioni

Check Also

Ipotesi vulcanica per i ‘terreni caotici’ su Marte

I ‘terreni caotici’ sono aree della superficie di Marte caratterizzate da una complessa morfologia che …