sabato , Gennaio 22 2022

Catania. TrailersFilmFest, festival dei trailer cinematografici

PEREZ_LucaZingaretti_SimonaTabasco_foto_LuigiCecconTerzo giorno di incontri e proiezioni, a Catania, domani, venerdì 26 settembre del TrailersFilmFest, il festival dei trailer cinematografici diretto da Stefania Bianchi, giunto alla sua dodicesima edizione, unico festival in Italia ed in Europa che premia i migliori trailer e le loro case di distribuzione, che si tiene quest’anno fino al 27 settembre. Il festival – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti – si tiene nell’ex Monastero dei Benedettini, in piazza Dante 32, ora sede del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania e presso il Cine-Teatro Metropolitan. L’attore Luca Zingaretti (Il Commissario Montalbano) sarà ospite la sera al Metropolitan per presentare Perez., l’ultimo film di cui è protagonista, accompagnato dal regista Edoardo De Angelis, alla sua opera seconda dopo Mozzarella Stories.
Il programma di domani – venerdì 26 settembre si apre all’Auditorium dell’ex Monastero dei Benedettini – ora sede del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania, alle ore 10:00, con l’incontro incentrato sulla campagna promozionale del film Smetto quando voglio, con gli interventi di Gianluca Pignataro, Direttore Marketing e Commerciale di Fandango, Federico Mauro, Art Director di Fandango e Carlo Rodomonti responsabile del settore Marketing di 01Distribution. Un incontro per comprendere che cosa ha portato alla definizione di una campagna che si è rivelata così efficace, che sembra giocare da un lato con i contenuti del film, dall’altra con le abitudini di “spaccio” cinematografico del mercato. Una frase ammiccante apparsa sul web invitava a scaricarsi tutto il film prima ancora della sua uscita in sala. Quindi un richiamo alla pirateria e a tutto ciò che d’invitante ci può essere in questo comportamento. In realtà, per chi decideva di assecondare l’invito, il film veniva sì scaricato, ma a una velocità talmente accelerata, un ritmo talmente allucinatorio,da renderne impossibile la visione. Una campagna virale che è diventata essa stessa oggetto di culto per un film che ha ottenuto risultati notevoli. Alle ore 11:00 per la sezione dei Mestieri del cinema, incontro sugli Effetti Visivi con Massimo Cipollina, Vfx Supervisor presso la sua società Lightcut Film s.r.l. di Roma che ha lavorato per film quali Vincere di Marco Bellocchio, Quo vadis, baby? di Gabriele Salvatores e la serie tv Il Tredicesimo apostolo. Nel corso dell’incontro si analizzerà tutto il processo produttivo della postproduzione di un film, dall’arrivo del materiale girato alla realizzazione degli effetti visivi fino alla consegna del prodotto finito. Alle ore 12:00 sarà il montaggio al centro dell’incontro con Patrizio Marone, già vincitore di un Nastro d’Argento nel 2004 per Non ti muovere, collaboratore di registi quali Ferzan Ozpetek, Daniele Lucchetti, nonché montatore di spot pubblicitari, videoclip musicali e la serie televisiva Gomorra. Alle ore 15:00 le proiezioni dei Pitch Trailer finalisti del concorso Pitch Trailer, novità assoluta in Italia, nato con l’obiettivo di offrire uno spazio alle idee degli autori indipendenti, incarnando pienamente la vocazione del festival di sperimentare i nuovi linguaggi cinematografici per dare un’opportunità unica a tutti coloro che vogliono promuovere, attraverso un trailer, l’idea di un film da realizzare. Tra tutti i Pitch Trailer ammessi sono stati selezionati i 20 migliori Pitch Trailer (uno dei quali scelto dal pubblico attraverso il canale YouTube del festival). A seguire, l’incontro con la giuria del Pitch Trailer, formata da 5 esperti, presieduta dal produttore Massimo Cristaldi (Cristaldi Pictures) e composta da Federica Pierattelli (General Manager Universal Publishing Production Music Italy), Thomas Bertacche (CEO Tucker Film), Luciano De Simone (Direttore marketing Filmauro), Matteo Forcella (Direttore marketing Ambi Pictures), Roberto Proia (General Manager Notorious Pictures) e Damiano Ricci (Direttore marketing Bim Distribuzione). Quindi, alle ore 17:00 incontro sulla Distribuzione Indipendente, con Giovanni Costantino, presidente di Distribuzione Indipendente, realtà distributiva per il cinema indipendente, d’autore e di genere fondata nel 2011, un progetto atipico e dinamico, che ha creato da zero nuovi spazi e nuovi metodi per la circuitazione delle opere cinematografiche. In Aula 1 continua alle 10:00 e nel pomeriggio il workshop “Dallo spot al viral” a cura della società Mosaicoon, che affronta a livello teorico e pratico gli elementi principali della comunicazione web e in particolare del “content marketing”. In Aula 2 invece alle ore 15:00 la proiezione dei booktrailer in concorso, una delle novità di questa edizione del festival. Dieci in tutto i booktrailer selezionati dalle principali case editrici, usciti in questa stagione e realizzati in Italia, che il pubblico ha potuto votare online. Tra i booktrailer selezionati, quelli realizzati per libri quali Il nero e l’argento, di Paolo Giordano, ma anche L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, del giapponese Murakami Haruki, più volte nominato al Nobel (entrambi Einaudi editore). La Newton Compton è presente con Un giorno perfetto per uccidere, di Mario Mazzanti, la Bompiani con il booktrailer de Il nuotatore, di Joakim Zander e la Rizzoli con Il bordo vertiginoso delle cose, scritto da Gianrico Carofiglio. Alle ore 16:00 l’Omaggio al compianto regista Carlo Mazzacurati con la proiezione dei trailer dei suoi film, da Notte italiana del 1988 a La Passione del 2010 fino al suo ultimo La sedia della felicità.
La sera, alle ore 21:00, presso il Cine-Teatro Metropolitan, a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, la serata del festival, presentata dall’attrice Antonella Salvucci, vedrà la premiazione del Miglior Pitch Trailer votato dalla Giuria. Quindi, la premiazione come Miglior Campagna Promozionale dell’anno a Smetto quando voglio. A seguire, alla presenza dell’attore e produttore Luca Zingaretti, il Montalbano della serie tv di Raiuno e del regista Edoardo De Angelis (Mozzarella stories) la proiezione in anteprima del noir Perez., recentemente presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e distribuito in Italia da Medusa. La storia racconta di Perez (Luca Zingaretti), avvocato d’ufficio, come l’amico di sempre Merolla (Gianpaolo Fabrizio), senza passione, senza un ideale. Un uomo che ha sempre considerato la mediocrità un efficace “riparo dall’infelicità”. Quando il pericolo si insinua in casa sua, scopre fatalmente che non è così. Incalzato dagli eventi, nello strenuo tentativo di difendere la vita di sua figlia, innamorata dell’ambiguo Corvino (Marco D’Amore), infrange ogni regola. E ogni legge. Fino a fare patti con un pluriomicida reo confesso, fino a recuperare dei diamanti nella pancia di un toro.

NERO 2Giornata dedicata al videogame ieri, a Catania, al TrailersFilmFest, il festival dei trailer cinematografici diretto da Stefania Bianchi, giunto alla sua dodicesima edizione, unico festival in Italia ed in Europa che premia i migliori trailer e le loro case di distribuzione, che si tiene quest’anno fino al 27 settembre. Ieri sera al Cine-Teatro Metropolitan sono stati infatti premiati Carlo Ivo Alimo Bianchi e Joel Hakalax, CEO e Game Designer di Storm in a Teacup, azienda italiana vincitrice del Premio Videogame Trailer, alla sua prima edizione, con il trailer del gioco Nero, in fase di sviluppo. Anche il pomeriggio è stato dedicato ai videogame, con l’incontro dal titolo “Come si promuove un videogioco?”, tenuto da Roberto Semprebene, Dottore di Ricerca dell’Università di Siena, presso l’Auditorium dell’ex Monastero dei Benedettini. “I videogiochi – ha spiegato Semprebene – oggi influenzano il nostro modo di pensare e il nostro linguaggio, nonostante la conoscenza del concetto di videogame sia ancora abbastanza labile. Sono spesso considerati semplicemente un passatempo alienante e deviante, tuttavia questi prodotti offrono anche la possibilità di fare carriera, basti pensare che il videogioco attualmente ha un giro d’affari superiore anche a quello del cinema!”.
“L’evoluzione tecnologica – ha continuato Semprebene – ha permesso di avvicinare le modalità espressive del videogioco a quelle del cinema, e questo aspetto estetico è rilevante perché costruisce una più ampia base d’utenza. La PlayStation ha segnato un punto di svolta in questa evoluzione, introducendo la grafica poligonale. L’utente è così entrato in relazione con un prodotto più avvincente che si avvicinava molto alla forma cinematografica tramite inquadrature, movimenti macchina e montaggio. Questi nuovi espedienti tecnici hanno permesso di introdurre sul mercato una nuova strategia pubblicitaria, tramite trailer simili a quelli cinematografici. In passato, con i videogiochi a 8 o 16 bit, questo non era possibile. Oggi la promozione sul web in genere avviene tramite video promozionali di trenta secondi. Ma attraverso un canale Youtube si può promuovere il videogame con trailer più lunghi che mostrano vari aspetti del gioco, con una colonna sonora che attiri l’attenzione e un montaggio realizzato in base al ritmo della musica. Un particolare metodo per rendere il prodotto più avvincente agli occhi dell’utente è quello del Trailer live action: un trailer realizzato con particolare cura da un regista che usa attori veri e brani molto conosciuti e facilmente riconoscibili. È uno stimolo di tipo cinematografico”.
Semprebene ha quindi sottolineato quanto sia importante l’apporto dei videogiochi nel cinema: “molti prodotti cinematografici di oggi risentono direttamente del montaggio dei videogames. George Lucas aveva già da tempo riconosciuto le potenzialità del videogioco all’epoca di Star Wars. Questa saga infatti è stata sfruttata su qualsiasi campo, per forme diverse di intrattenimento. I nuovi filmmaker devono avere una competenza cross mediale”.

Check Also

La misura 3D del mercurio gassoso

Il mercurio è riconosciuto dall’Organizzazione mondiale della sanità come un inquinante globale. Per questo il …