sabato , Agosto 20 2022

Island Motorsport in evidenza al 1° Sicily Expo Race

profeta-giannone (sicily expo race 2015)Favara – Bilancio decisamente positivo per la Island Motorsport, in quel di Favara. La scuderia palermitana, infatti, lo scorso fine settimana ha rivestito anche l’inusuale ruolo di main sponsor del 1° Sicily Expo Race, manifestazione interamente dedicata al mondo dei motori, dalle due alle quattro ruote, e andata in scena, presso l’autodromo Concordia, nell’Agrigentino.

La kermesse, vero e proprio unicum per l’intero Meridione e organizzata dalla Sport e Management, da Italia Grandi Eventi e dal portale Siciliarally.com, si è articolata in una intensa due giorni che ha regalato al numeroso pubblico mostre statiche, workshop, convention e dibattiti, ospitati in un padiglione di 800 metri, senza dimenticare l’aspetto dinamico con esibizioni, test drive e appassionanti duelli al cronometro allestiti lungo l’adiacente pista.

Andando al mero agonismo dell’Expo Rally Show, sono stati due i trofei in palio, l’”Evo Rally” (dedicato alle vetture di cilindrata superiore) e il “Concordia”, disputatisi entrambi su tre prove speciali, seguite dagli scontri a eliminazione diretta, riservati ai migliori otto equipaggi di ciascun trofeo.

Nell’”Evo Rally”, epilogo da incorniciare per il giovane Alessio Profeta (per la prima volta alla guida della Renault Clio S1600 della Ferrara Motors) che, navigato da Giacomo Giannone, ha conquistato il secondo gradino del podio, cedendo solo nella finale – disputata sotto una pioggia battente – alla ben più potente Peugeot 207 S2000 di Pollara-Princiotto. Il 18enne driver palermitano, più che soddisfatto dell’esito, ha così potuto festeggiare anche il passaggio delle selezioni Sicilia/Calabria della seconda edizione del Rally Italia Talent (evento nato con l’obiettivo di individuare nuovi talenti da introdurre nel mondo dell’automobilismo sportivo), avvenute a Pergusa una settimana addietro.

Niente fasi conclusive, invece, per Antonio Stagno ed Eros Di Prima, su Fiat 500 R3 del team La Barbera, gentleman driver il primo e noto organizzatore il secondo, costretti al ritiro dopo una toccata avvenuta nel secondo tratto cronometrato del sabato.

Nel “Concordia”, infine, da registrare il primato in classe A5 del rientrante Peppe Parisi (Peugeot 106 del team BlueOrange), affiancato da Carmelo Di Chiara, e il quarto posto in N2 centrato da Francesco Profeta e Antonio Manganella, su Peugeot 106 della Ferrara Motors, una volta completate le tre “speciali” in programma, pur mancando l’accesso ai quarti di finale.

Check Also

Ma come fanno i bio-sensori? Ce lo dice Einstein

Capire come fa una molecola in un fluido biologico a raggiungere e interagire in pochi …