lunedì , Aprile 15 2024

Covid. Assistenza in contesto domiciliare alla persona con demenza, suggerimenti Aima

Le Persone affette con demenza ed in provincia sono veramente tante visto che superano le due mila unità e subiscono maggiormente gli effetti negativi del Covid 19 per cui è necessaria una certa protezione da parte dei familiari, che devono evitare i contagi. Il presidente provinciale di Aima Pietro Monastra (aimaenna@virgilio.it) sottolinea che con la collaborazione di esperti si vogliono dare dei consigli alle famiglie per rendere più agevole la gestione dei malati con demenza. Tra i fattori predisponenti, sottolineano gli esperti, si riscontrano: fragilità del sistema immunitario; stretto contatto fisico con i caregiver; scarsa aderenza ad alcune misure igieniche (es. lavarsi le mani) e di salvaguardia individuale (es. uso della mascherina, distanziamento); difficoltà nel comunicare i propri sintomi; manifestazioni talvolta atipiche e fuorvianti rispetto ai sintomi più comunemente riscontrati per il Covid-19. Pur non colpite dal contagio, queste persone presentano:
un peggioramento rilevante delle proprie condizioni cliniche; accentuazione dei disturbi cognitivi; ulteriore limitazione delle autonomie funzionali; esacerbazione/comparsa di disturbi affettivo-comportamentali.
È stato inoltre documentato come i caregiver siano stati esposti a maggiori livelli di stress assistenziale e come sia stato spesso necessario ricorrere a degli aggiustamenti delle terapie farmacologiche che essi già seguivano. Occorre informare e formare i caregiver sulle seguenti misure finalizzate a ridurre il rischio di covid -19 in contesto domiciliare. Evitare di toccarsi occhi, naso e bocca. Lavarsi accuratamente le mani prima e dopo ogni attività; assicurarsi di tossire o starnutire in un fazzoletto o nella piega del gomito. Quindi, lavarsi immediatamente e accuratamente le mani e gettare il fazzoletto tra i rifiuti indifferenziati. Cercare di stare a due metri dalla persona con demenza, aumentando il distanziamento, se si avesse bisogno di tossire o starnutire. Lavarsi regolarmente e accuratamente le mani con acqua e sapone, per almeno 20 secondi, compresi i palmi e il dorso delle mani, tra le dita, le dita, i polpastrelli e le unghie; indossare la mascherina chirurgica quando ci si avvicina alla persona cui si presta assistenza. I caregiver di persone con demenza possono essere esentati dall’uso della mascherina qualora ciò interferisse nell’interagire con la persona di cui ci si prende cura; pulire regolarmente la casa, comprese le superfici che vengono toccate più frequentemente; igienizzare gli indumenti; mantenere ventilati gli ambienti domestici; è possibile affidare gli acquisti a terzi per limitare gli spostamenti fuori casa; rispettare la distanza di almeno un metro dalle altre persone durante i pasti consumati in compagnia.

Check Also

Cambiamento climatico: un fattore di rischio importante per l’asma in Italia

Cambiamento climatico: un fattore di rischio importante per l’asma in Italia Individuata una correlazione tra …

Lascia un commento