giovedì , Aprile 18 2024

La vergogna si tinge di… porpora

È notizia di queste ultime ore che Papa Francesco abbia tagliato del 10% gli stipendi dei porporati. Salta all’occhio che questa riduzione del 10% è di circa 500 euro, facendo ben capire, cosa che comunque viene confermata facendo una semplice ricerca su Google, che lo stipendio dei Cardinali di Curia si aggira tra 5.000 e 5.500 euro.

Potremmo finire qua l’articolo lasciando dopo il punto il nulla riempito solo dalla vergogna che dovrebbe provare la chiesa nel dare cifre del genere. Un porporato, il pastore delle greggi, guadagna 5 volte lo stipendio (quando va bene) di un misero impiegato con famiglia che non riesce ad arrivare a fine mese. È forse questa la chiesa che dovrebbe rappresentare Gesù? Sarà che forse ero disattento al catechismo, o nelle omelie mi addormento, ma non mi ricordo che Gesù girava per Gerusalemme a bordo di una Ferrari, che avesse l’attico vista Tempio di Gerusalemme o che all’ultima Cena oltra al pane e vino girasse caviale e champagne. Sorrido, ancor di più, quando sento dire che disprezzare la chiesa è come disprezzare Gesù. Non si può dire nulla di più falso, perché, accostare questa Chiesa, la chiesa dagli stipendi d’oro, degli scandali bancari alla figura di Gesù sembra quasi una bestemmia. Ovviamente, direte voi, non fare tutta l’erba un fascio. Ed è una cosa assolutamente legittima. Ma da qualche parte nel Vangelo sta anche scritto di separare il grano dalla gramigna.

Check Also

ASP Enna. La bellezza oltre la malattia, Fashion event

Venerdì 19 aprile 2024, presso la Sala Mingrino dell’ Umberto I di Enna, si terrà …