lunedì , Luglio 22 2024

Enna. Pergusa: imager multispettrali dimostrano che il lago non è “scomparso” tutto in un colpo

Nelle tre immagini si offrono tre prodotti della costellazione di satelliti Sentinel 2 che trasportano al loro interno un imager multispettrale ad alta risoluzione.

La costellazione, formata da due satelliti identici (Sentinel 2A e Sentinel 2B a cui si aggiungerà a settembre Sentinel 2C) permettono una copertura globale con un tempo di rivisita di 5 giorni (ovvero ogni 5 giorni un satellite ripercorre l’area percorsa 5 giorni prima) potendo quindi monitorare nel breve e nel lungo periodo l’andamento di un qualunque fenomeno (naturale o antropico). Le tre immagini mostrano il lago di Pergusa in tre momenti distinti. La prima a giugno 2023, la seconda a ottobre 2023 e la terza il 25 giugno 2024. Si può notare l’andamento peggiorativo e, soprattutto, il fatto che non sia “scomparso” tutto in un colpo ma che è frutto di un trend a cui poteva porsi rimedio tempo prima sfruttando anche le possibilità offerte dai satelliti.

Purtroppo la politica è sempre stata nemica della scienza (perché una testa pensante mette in dubbio il potere) e quindi è molto più facile gridare ora all’emergenza piuttosto che aver provato prima ad evitarla.
A cura di Alian Calò

Check Also

DIOCESI DI NICOSIA: “NAVE SANZA NOCCHIERE IN GRAN TEMPESTA”

Ormai sono passati due anni da quando finalmente, seppur con qualche rigurgito riferibile ad una …