giovedì , Giugno 24 2021

Su Gazzetta Ufficiale le Zone Franche Urbane del Mezzogiorno

zona-franca“Finalmente una buona notizia – afferma il Commercialista Fabio Montesano – difatti saranno presto operative le agevolazioni fiscali in favore delle imprese nelle Zone Franche Urbane del Mezzogiorno. Ed Enna è stata inserita tra le Zone Franche urbane ammesse al beneficio”.

Il Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, con Decreto firmato lo scorso 10 aprile 2013 e in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ha definito le condizioni, i limiti, le modalità e i termini di decorrenza delle agevolazioni fiscali e contributive per le imprese delle Zone Franche Urbane (ZFU) del Mezzogiorno. La dote a disposizione ammonta a complessivi 303 milioni di euro, integrabili con fondi messi a disposizione dalle Regioni interessate. Nello specifico, si tratta di 33 Zone delle regioni Calabria, Campania e Sicilia (per la Sicilia vi rientrano le Zone franche ricadenti nei comuni di Aci Catena, Acireale, Catania, Erice, Gela, Barcellona Pozza di Gotto, Castelvetrano, Giarre, Messina, Sciacca, Termini Imerese, Trapani, Bagheria, Enna, Palermo (Brancaccio), Palermo (Porto), Vittoria).

Potranno accedere alle agevolazioni le imprese di micro e piccole dimensioni, che svolgono la propria attività all’interno delle Zone Franche Urbane ammissibili.

Per accedere alle agevolazioni, è necessario che i beneficiari svolgano l’attività, all’interno della ZFU.

Le agevolazioni, concesse a titolo di “de minimis”, sono rappresentate da esenzioni consistenti in:

– esenzione dalle imposte sui redditi (Irpef, Ires);

– esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive (Irap);

– esenzione dall’imposta municipale propria (Imu);

– esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

Le agevolazioni saranno fruibili in compensazione utilizzando il modello di pagamento F24, secondo modalità e termini definiti con provvedimento dell’Agenzia delle entrate.

“La Zona Franca Urbana – continua Fabio Montesano – rappresenta un importante strumento di agevolazione teso a stimolare lo sviluppo locale. In brevissimo tempo, l’agevolazione potrà essere resa operativa, così da imprimere al territorio, quella forza propulsiva, in grado di generare la crescita economica, tanto attesa. Siamo convinti che oggi, la fiscalità di vantaggio, rappresenti lo strumento di agevolazione più efficace per superare gli effetti della grave recessione che ha colpito il nostro territorio. E’ attraverso le agevolazioni fiscali e contributive, che si può rimettere in moto quel circolo virtuoso che consente l’incremento degli investimenti e quindi dell’occupazione, soprattutto giovanile”.

Check Also

Dimmi a chi telefoni e ti dirò dove abiti

È possibile localizzare la posizione di un’abitazione attraverso l’analisi dei dati di telefonia mobile? L’Istituto …