mercoledì , Giugno 12 2024

Milazzo. Verde in festa incontra Terra Matta LAB

Milazzo17Manca ormai poco alla seconda edizione della fiera-mostra-mercato Verdeinfesta, ed è tutto pronto. Il Mastio che si svolgerà a Milazzo il 26 e 27 Ottobre, ospiterà agricoltori, vignaioli, artigiani, associazioni, librai, creativi a km 0 o giù di lì. L’obiettivo è fare rete, consolidare e diffondere buone pratiche di consumo per stili di vita più sostenibili per il Pianeta, accompagnare i piccoli e grandi cittadini di oggi e di domani a fare scelte quotidiane che possano incidere sui cicli di vita naturali spesso recisi dalla negligenza e dalla miopia umana.

All interno della manifestazione la presentazione del percorso GeniusLoci, che mette a sistema l’azione consolidata del D.A. n. 77 del 26 luglio 2005, il Registro delle Eredità Immateriali (REI) e l’azione innovativa per la valorizzazione e la promozione dell’identità e dell’unicità dei territori, attraverso la De.Co. (Denominazione Comunale) un atto politico, nelle prerogative del Sindaco.Il percorso di programmazione partecipata GeniusLoci elaborato dalla Libera Università Rurale Saper&Sapor Onlus, inserito tra gli esempi virtuosi del – Forum Italiano dei Movimenti per la terra e il paesaggio e presentato al Poster Session del Forum Pa 2013 che si è svolto presso il Palazzo dei congressi di Roma.Si tratta di un percorso che vuole salvaguardare e valorizzare il locale rispetto al fenomeno della globalizzazione, la quale tende ad omogeneizzare prodotti e sapori.

Il format è composto da 10-12 steps tra i quali “Ambasciatore dellʼidentità territoriale” e “Custodi dell’identità territoriale” (già 200 in tutto il territorio siculo) i quali sono destinati ad assolvere a un ruolo fondamentale, comunicare e far conoscere il territorio, il quale assume un’importanza crescente anche nei confronti del visitatore, e del viaggiante, che ritrova nel prodotto, un insieme di valori, ivi compresi quelli identitari

Chi sono i custodi dell’identità territoriale?

I produttori agricoli ma anche i pescatori e artigiani, afferma Nino Sutera Direttore della Lurss.Onlus- custodiscono sapientemente un giacimento inesauribile della dieta mediterranea, costituiscono il collante tra i prodotti della terra e del mare e il territorio, rappresentano infatti gli ereditieri di un “savoirfaire” locale, portatori di valori specifici, artefici di una costruzione sociale e di una cooperazione che ha come risultato la qualificazione di un prodotto di cui i riferimenti sono l’identità del gusto. In questo percorso, chef, gastronauti, giornalisti, sommelier, associazioni, pro-loco, intenditori e appassionati, sono partners privilegiati, candidati ideali a divenire Custodi dell’identità territoriale.

Il lavoro svolto in questi anni, dalla LurssOnlus, 35 tra incontri, tavole rotonde, seminari , workshop, in tutta la Sicilia, inizia a portare i suoi frutti, ultimamente poi gli incontri si sono fatti più frequenti ed esigenti, grazie anche a un format innovativo “Aspettando l’EXPO 2015 – Identità, Salute e Sviluppo” ideato da I.Di.Med. Istituto per la Promozione e la Valorizzazione della Dieta del Mediterraneo conclude Nino Sutera.

Check Also

Microalghe come biosensori per il rilevamento di metalli pesanti nell’acqua

Microalghe come biosensori per il rilevamento di metalli pesanti nell’acqua Un team di ricerca dell’Istituto …