venerdì , Agosto 19 2022

12 febbraio: I Santi martiri di Abitina

Albero storto lo raddrizza il fuoco
Nel gran numero di martiri uccisi per la fede cristiana nell’Africa Settentrionale di 1700 anni fa, si annoverano anche 49 martiri cristiani di Abitina, comunità dell’Africa Proconsolare (Cartagine), dei quali ben 19 donne. Dagli ‘Atti’ che furono anche ampliati da redattori non veritieri, si sa che al tempo dell’imperatore Diocleziano (243-313) il quale aveva emanato dei decreti restrittivi e poi di persecuzione vera e propria contro i cristiani, il vescovo Fundano della comunità di Abitina, aveva consegnato i libri sacri alle autorità locali, secondo gli ordini dell’imperatore. Forse per questo gesto di accondiscendenza, i fedeli preferivano seguire il prete Saturnino nelle celebrazioni, nonostante il divieto ai cristiani di fare riunioni. Queste assemblee si effettuavano nella casa di un cristiano di nome Felice, oppure in quella del lettore Emerito, a loro si aggregavano alcuni cristiani fuggiti da Cartagine. Mentre una domenica celebravano l’Eucaristia, furono scoperti e condotti come prigionieri presso il tribunale della città; i magistrati ascoltata la loro confessione di essere cristiani e trovandoli colpevoli di riunione proibita dalle leggi, li inviarono a Cartagine presso il proconsole Anulino, perché non competenti per un processo. Secondo s. Agostino, gli interrogatori davanti Anulino si svolsero il 12 febbraio 304, tutti furono fermi nell’affermare di essere cristiani e pertanto “non si può vivere senza celebrare il giorno del Signore” (domenica). Gli ‘Atti’ riportano contradditori ed episodi di singoli martiri del gruppo, che per brevità non riportiamo. Anulino al termine della giornata impiegata per gli interrogatori e constatato la loro professione di fede cristiana, li fece rinchiudere in carcere. Negli ‘Atti’ non è riportato come morirono, ma sembra che siano stati alcuni giustiziati, altri morti di fame e torture nel carcere, comunque in tempi diversi.
Si riporta l’elenco dei martiri di Abitina, la cui celebrazione è al 12 febbraio:
– Saturnino prete
– Saturnino suo figlio omonimo, lettore
– Felice suo figlio, lettore
– Maria sua figlia, vergine consacrata
– Ilarione, suo figlio più giovane
– Emerito, lettore
– Ampelio, lettore
– Felice
– Rogaziano
– Quinto
– Massimiano
– Tecla
– Rogaziano
– Rogato
– Gennaro
– Cassiano
– Vittoriano
– Vincenzo
– Prima
– Ceciliano
– Restituta
– Eva
– Rogaziano
– Giriale
– Rogato
– Pomponia
– Seconda
– Gennara
– Saturnina
– Martino
– Danzio
– Felice
– Margherita
– Maggiore
– Onorata
– Regiola
– Vittorino
– Pelusio
– Fausto
– Deciano
– Matrona
– Cecilia
– Vittoria
– Ercolina
– Seconda
– Matrona
– Gennara.
 
Oggi si celebrano anche:
_ San Laudano
_ San Melezio
_ Madonna del Pelerio

************************************************
Jesus Christus, heri et hodie, ipse est in saecula!
 
^^^
300, Teofrasto di Ereso compie la prima classificazione delle specie vegetali. Il filosofo greco (370c.-287a.C.) compie la prima classificazione sistematica delle piante, basandosi sulla fisiologia e la collocazione geografica delle diverse specie vegetali

compleanni
1809 Abramo Lincoln
1923 Franco Zeffirelli
1950 Angelo Branduardi
proverbio
L’uomo propone e Dio dispone

accadde oggi
1130 Innocente II viene eletto papa
1912 la Cina adotta il calendario gregoriano
1963 l’Argentina chiede l’estradizione dell’ex presidente Peron

frase celebre
“I libri pensano per me”
Charles Lamb, Ultimi saggi di Elia

consiglio
Smalto per unghie
Lo smalto per le unghie a volte si asciuga; mettete una goccia di solvente per smalto e agitate bene

cosa vuol dire
Mangiare a quattro palmenti
Essere voraci, mangiare molto
Deriva dal nome della macina del mulino ad acqua, detto palmento. In genere nei mulini i palmenti sono due. Il fatto di usarne quattro, indica voracità

consiglio per terrazzo orto e giardino
Eseguire i trattamenti antiparassitari
Conviene ripetere le irrarazioni, in particolare contro le forme ibernanti di afidi e cocciniglie, annidate nelle corteccie.

Check Also

26 febbraio: Santa Paola di S. Giuseppe Calasanzio

Bellezza senza grazia è amo senza esca La vita di Paola, al secolo Paula Montal …