giovedì , Agosto 11 2022

16 luglio: Vergine Maria del Carmelo

La pace in casa vale più di ogni capitale
Il primo profeta d’Israele, Elia (IX sec. a.C.), dimorando sul Monte Carmelo, ebbe la visione della venuta della Vergine che si alzava come una piccola nube, dalla terra verso il monte, portando la pioggia e salvando Israele dalla siccità. In quella immagine tutti i mistici cristiani e gli esegeti hanno sempre visto la Vergine Maria che, portando in sé il Verbo divino, ha dato la vita e la fecondità al mondo. Un gruppo di eremiti, “Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo”, costruirono una cappella dedicata alla Vergine sul Monte Carmelo. I monaci carmelitani fondarono, inoltre, dei monasteri in Occidente. Il 16 luglio del 1251 la Vergine, circondata da angeli e con il Bambino in braccio, apparve al primo Padre generale dell’Ordine, S. Simone Stock, al quale diede lo “Scapolare” col “Privilegio Sabatino”, ossia la promessa della salvezza dall’inferno, per coloro che lo indossano e la liberazione dalle pene del Purgatorio il sabato seguente alla loro morte. Nelle “Cronache del Carmelo” sono riportati numerosi e autentici prodigi relativi allo “Scapolare” fra cui: Agli inizi del XX sec., a Ashtabula (Ohio), un uomo, attraversando imprudentemente il passaggio a livello fu letteralmente tagliato in due. Alla sorpresa generale resta in vita e reclama i soccorsi di un prete; quest’ultimo arriva e sente la confessione dell’uomo rimasto cosciente per tre quarti d’ora. Dopo aver ricevuto l’estrema unzione, questo peccatore, riconciliato “in extremis” con Dio, muore in pace. Sul suo petto fu trovato lo Scapolare. Lo Scapolare salva ancora un prete francese colpito a bruciapelo da un proiettile mentre celebrava la messa. Miracolosamente lo Scapolare aveva fatto da scudo in quanto il proiettile fu ritrovato incollato su di esso. Anche S. Alfonso Maria de’ Liguori e Don Bosco portavano lo Scapolare e, in ambedue i casi, alla loro riesumazione ai fini dei processi di beatificazione, i loro corpi erano ridotti in polvere mentre gli Scapolari erano rimasti intatti (lo Scapolare di S. Alfonso è esposto al Monastero S. Alfonso di Roma). S. Pio X (Giuseppe Sarto, 1903-1914), con decreto “Cum Sacra” del 16 dicembre 1910, ha concesso la facoltà di sostituire lo Scapolare di tessuto (lana) con una medaglia a causa del rapido deterioramento della stoffa nei paesi caldi. Questa concessione è stata, in seguito, estesa in tutto il mondo. La medaglia (benedetta secondo una formula di benedizione dei Carmelitani) deve comportare da una parte Nostro Signore che mostra il suo Cuore e dall’altra la Vergine Maria del Monte Carmelo. A Fatima le Apparizioni si conclusero con la visione della Madonna del Carmelo. Lucia, fattasi poi carmelitana scalza, disse che nel messaggio della Madonna “il Rosario e lo Scapolare sono inseparabili ”. Il Venerabile Pio XII (Eugenio Pacelli, 1939-1958) affermò che “chi lo indossa viene associato in modo più o meno stretto, all’Ordine Carmelitano”,aggiungendo “quante anime buone hanno dovuto, anche in circostanze umanamente disperate, la loro suprema conversione e la loro salvezza eterna allo Scapolare che indossavano! Quanti, inoltre, nei pericoli del corpo e dell’anima, hanno sentito, grazie ad esso, la protezione materna di Maria! La devozione allo Scapolare ha fatto riversare su tutto il mondo, fiumi di grazie spirituali e temporali”. Altri papi ne hanno approvato e raccomandato il culto come il Beato Giovanni XXIII (Angelo Giuseppe Roncalli, 1958-1963) e il Beato Giovanni Paolo II (Karol Józef Wojtyła, 1978-2005) che scrisse ai padri Joseph Chalmers e Camilo Maccise, dell’Ordine dei “Fratelli della BeataVergine Maria del Monte Carmelo”: « Anch’io porto sul mio cuore, da tanto tempo, lo Scapolare del Carmine! Per l’amore che nutro verso la comune Madre celeste, la cui protezione sperimento continuamente, auguro che quest’anno mariano aiuti tutti i religiosi e le religiose del Carmelo e i pii fedeli che la venerano filialmente, a crescere nel suo amore e a irradiare nel mondo la presenza di questa Donna del silenzio e della preghiera, invocata come Madre della misericordia, Madre della speranza e della grazia. Con questi auspici, imparto volentieri la Benedizione Apostolica a tutti i frati, le monache, le suore, i laici e le laiche della Famiglia carmelitana, che tanto operano per diffondere tra il popolo di Dio la vera devozione a Maria, Stella del mare e Fiore del Carmelo!» (Dal Vaticano, 25 marzo 2001, Joannes Paulus II).

Oggi si celebrano anche:
B. BARTOLOMEU dos Mártires Fernandes, Arcivescovo
S. Antioco, Martire in Asia Minore († sec. III/IV)
S. Atenogene, Corepiscopo e martire in Armenia (303-305)
S. Elerio, Eremita e martire († sec. VI)
SS. Reinilde, Grimoaldo e Gondolfo, Martiri a Bruxelles († cc 680)
S. Sisenando, Diacono e martire a Cordoba († 851)
B. Simone da Costa, Gesuita e martire († 1570)
BB. Giovanni Sugar e Roberto Grissold, Martiri a Warwick († 1604)
BB. Andrea de Soveral, presbitero, e Domenico Carvalho, Martiri in Brasile (1645)
BB. Nicolao Savouret e Claudio Beguignot, Martiri della rivoluzione francese († 1794)
BB. Amata da Gesù (Maria Rosa) de Gordon e sei compagne, Vergini e martiri († 1794)
SS. Lang Yangzhi e Paolo Lang Fu, Martiri in Cina († 1900)
S. Teresa Zhang Hezhi, Martire in Cina, insieme ai suoi due figli († 1900)

************************************************
Jesus Christus, heri et hodie, ipse est in saecula!

 
^^^
1945, Esplode la prima bomba atomica. Nel deserto di Jornada nel Nuovo Messico alle 5.30 del mattino, esplode la prima bomba atomica della storia, realizzata nell’ambito del ‘Progetto Manhattan’. Fermi lancia in aria alcuni pezzetti di carta e dallo spostamento che ricevono dall’onda d’urto calcola a mente la violenza dell’esplosione: 17.000 tonnellate di tritolo. Una potenza finora mai raggiunta, destinata a cambiare la storia, trasformare il mondo

compleanni
1911 Ginger Rogers
1952 Stewart Copeland
1953 Mickey Rourke
proverbio
I ragazzi e i pazzi credono che venti anni e venti lire, non debbano mai finire

accadde oggi
1429 Giovanna D’Arco guida l’esercito francese nella battaglia di Orleans

frase celebre
“La natura dell’uomo non è di progredire sempre; ha i suoi impeti e le sue ricadute”
Pascal, Pensieri

consiglio
Cibi
Ricordate che prima della cottura il pezzo congelato deve rimanere a temperatura ambiente per almeno 20 minuti

consiglio per terrazzo orto e giardino
Tecnica di piantagione
In caso di prolungata siccità e di difficoltà di irrigazione, si dispone la terra “a catino” attorno al piede delle piante, mentre quando si temono ristagni, si pratica la rincalzatura, che favorisce l’allontanamento dell’acqua.

cosa vuol dire
Attaccare bottone
Parlare a lungo costringendo qualcuno ad ascoltare cose che non gli interessano
Alcuni fanno risalire questo modo di dire, peraltro alquanto recente, al gergo dei militari di trincea, durante la prima guerra mondiale. I soldati, mentre riattaccavano i bottoni alla giacche, operazione che richiede pazienza e tempo, discorrevano, per “ammazzare il tempo”, riguardo ai più disparati argomenti.

Check Also

29 luglio: SS. Marta e Lazzaro di Betania

Non è povero chi ha quanto gli basta Marta di Betania (villaggio a circa 3 …