mercoledì , Dicembre 7 2022

Enna. Sopralluogo Internazionale per il circuito di Pergusa, ottenuta licenza internazionale

pergusa motoEnna. Il circuito automobilistico di Pergusa ha ottenuto la licenza internazionale per cui appare quasi certa la possibilità che l’Ente Autodromo possa organizzare a settembre una prova del campionato europeo ITC, che è una delle manifestazioni automobilistiche più tecnicamente valide del panorama automobilistico. Ieri si sono presentati al presidente Tullio Lauria e al direttore Antonio Cammarata, Remo Cattini e Stefano Tremolada della Csai, mentre la Federazione Internazionale (Fia) era rappresentata dal francese Roland Bruniyvserade. I tre tecnici hanno esaminato la pista, e quella parte della pista dove si sono svolti dei lavori recenti, i box. La direzione corse, la tribuna cronometristi ed alla fine, constatata la regolarità di tutte queste infrastrutture, i tre tecnici di Csai e Fia hanno rilasciato all’Ente Autodromo la licenza per la organizzazione di gare internazionale. “Tutto a posto – ha dichiarato Tullio Lauria –siamo nelle condizioni di poter operare, ma siamo condizionati dal fatto che ancora non sappiamo quale è il contributo della Regione Siciliana per il 2013. Dipende da questo contributo se è possibile organizzare delle gare di un certo valore tecnico”. In verità tutta la stagione motoristica sia dello scorso anno che di quest’anno è stata condizionata dal mancato contributo della Regione e l’Ente Autodromo non ha la possibilità di autofinanziare delle gare nazionali ed internazionale perché ci vogliono molti soldi. I tre deputati della provincia di Enna, ognuno per la loro parte, si sono interessati per dare concretezza al contributo da dare all’Ente Autodromo, ma sino a questo momento non è arrivata la certezza che un contributo sarà assegnato. Ovviamente in queste condizioni le stagioni motoristiche di Pergusa saranno appese ad un filo, ci sarà provvisorietà e nell’organizzazione di gare di un certo rilievo ci devono essere delle certezze. C’è anche da sottolineare che l’Ente Autodromo aveva stilato un programma di gare regionali, ma la mancanza di iscritti ha convinto il Direttivo dell’Ente ad annullare queste manifestazioni che prima erano abbastanza affollate, forse sarebbe opportuno migliorarsi per ospitare gare motociclistiche. Per esempio abbiamo visto quando è interessante il campionato di formula quattro, con corridori giovanissimo ed una prova potrebbe arrivare anche a Pergusa, ma tutto è fermo perché mancano i soldi. E’ chiaro che bisogna creare delle alternative perché in caso contrario il circuito, il più grande impianto sportivo della Sicilia, è destinato a chiudere i battenti.
 

Check Also

Fotosintesi artificiale per immagazzinare l’energia solare

Un lavoro di ricerca pubblicato su Nature Catalysis indaga alcuni aspetti fondamentali di una tecnologia …