sabato , Febbraio 27 2021

Termini Imerese. “Risorgimento termitano”, mostra al Museo Civico

Termini ImereseSarà inaugurata il 31 luglio alle ore 18,30 presso il Museo Civico B. Romano la mostra sul “Risorgimento termitano”. Da più parti, essendo venuti a conoscenza del notevole contributo che Termini Imerese ha dato alla “scrittura” del nostro Risorgimento italiano, è stata richiesta una nuova esposizione della mostra che si era tenuta già nel 2012, oggi arricchita con rari cimeli garibaldini che erano custoditi presso il Museo Romano. L’allestimento della mostra – ha dichiarato l’Assessore Donatella Battaglia – è stato reso possibile grazie alla collaborazione dei Lions Club Host e Lions Club Cerere di Termini Imerese con il Comune di Termini Imerese.
“L’esposizione – ha sostenuto il Sindaco Totò Burrafato – ha lo scopo di far risorgere nei termitani l’interesse per la cultura risorgimentale restituendo alla loro fruibilità e a quella dei numerosi turisti che visitano la nostra Città, importanti cimeli del periodo garibaldino che testimoniano l’attiva partecipazione dei termitani alle lotte per l’unità d’Italia”.
Saranno esposti fucili ad avancarica, rare pistole, sciabole, dipinti ed importanti testimonianze del periodo garibaldino, che hanno suscitato già grande interesse. Considerevole è stato infatti l’afflusso di visitatori nella precedente mostra del 2012.
La speranza del generale Mario Piraino, curatore della mostra e dell’Assessore Donatella Battaglia, promotrice dell’iniziativa è quella di poter rendere permanente la mostra a testimonianza di questo importante tassello della storia termitana. A tal scopo è stato già avviato dagli organi competenti, il necessario percorso burocratico. In particolare saranno esposte le armi e le opere pittoriche di Filippo Liardo, artista al seguito dei Mille, riproduzioni fotografiche, volumi rari e di pregio. Il museo termitano custodisce altre armi del periodo, pezzi unici nel panorama museale italiano. E’ in programma infatti, una loro valorizzazione in vista di una nuova rilettura in chiave risorgimentale degli spazi espositivi. È questo l’intento comune di chi ha sostenuto l’iniziativa come i Club Lions Host e Cerere di Termini, l’Assessore Battaglia e il Sindaco del comune di Termini Imerese che l’ha patrocinata.
Con la mostra sul “Risorgimento termitano” e altre attività in programma per il mese di settembre, si intende mantenere alta l’attenzione intorno alla questione dell’Unità nazionale.
La mostra oltre ad essere uno stimolo per salvaguardare le “cose” belle del nostro passato, ha l’intento di spingere chi si trovasse in possesso di oggetti e testimonianze di quel periodo a donarli al museo cittadino, affinché si possa concretamente mantenere viva la memoria delle gloriose gesta dei nostri antenati rendendole patrimonio della città.
Aurora Rainieri

Check Also

Covid-19 e cambiamenti climatici

Uno studio dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico e dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Cnr mostra …