sabato , Aprile 20 2024

Come affrontare con l’alimentazione l’autunno

I cambi di stagione, e in particolar modo il passaggio dall’estate all’autunno, sono un momento delicato per il nostro organismo. Anche la natura si prepara all’inverno: gli alberi si liberano delle foglie ormai inutili, che ingialliscono e cadono, la temperatura subisce un abbassamento sensibile e progressivo, la luce diminuisce e la pianta si prepara a superare così le difficoltà dell’inverno riducendo la sua traspirazione. Proprio per questo è fondamentale anche per noi prepararci e vivere meglio questa fase transitoria in cui il nostro organismo deve adattarsi alle nuove temperature che spesso si traducono in stress, stanchezza, sonnolenza, cambi d’umore ma anche in stati influenzali che indeboliscono l’organismo.
E’ proprio l’alimentazione a giocare un ruolo fondamentale nei cambi di stagione. Vediamo un po’ quali sono i cibi da preferire e mettere sulle nostre tavole:
-cereali integrali come il riso, pasta, orzo, farro e avena, carboidrati complessi che servono a mantenere la giusta energia quotidiana evitando elevati picchi glicemici durante i pasti. Sono sconsigliati in una condizione di sindrome da intestino irritabile e celiachia;
-zucca, ortaggio per eccellenza della stagione, povera di calorie e ricca di nutrienti come il betacarotene precursore della vitamina A, la vitamina C, il calcio, il fosforo; essa è molto versatile in cucina e si presta a tutti i tipi di preparazioni. E’ necessario non far mancare mai sulle vostre tavole della verdura di stagione;
-melagrane, ricche di acqua ma anche di vitamina C, A e B, di potassio, di sodio, di zinco, di magnesio e calcio; inoltre presenta diversi antiossidanti come i flavonoidi e la quercetina, esplicando un’azione antinfiammatoria, antibatterica e antitumorale;
-agrumi, come le arance ma anche i kiwi, alleati del sistema immunitario ricchi di vitamina C;
-legumi, fonte di carboidrati e di proteine ma anche di fibre, vitamine del gruppo B, ferro, magnesio, calcio, fosforo e potassio. Sono un’ottima alternativa alla carne;
-castagne, alimento energetico utile in questo periodo, ricche di fibra insolubile, valide per il benessere intestinale, di potassio, di fosforo, di calcio e di ferro;
-arricchite i vostri piatti di frutta secca, come le mandorle e le noci e di semi, come quelli di zucca, utili da tenere sempre con sè per un ottimo snack.
Inoltre:
-affrontate le vostre giornate in cui vi sentite particolarmente stanchi con un paio di quadratini di buon cioccolato fondente all’80%, particolarmente ricco in triptofano;
-preparatevi degli ottimi estratti di frutta e verdura durante la settimana (carote, limone e arancia);
-bevete acqua e dedicate un po’ del vostro tempo giornaliero a delle lunghe passeggiate.
Buona stagione a tutti!

Dott.ssa Rosalia Lisacchi

Biologa Nutrizionista
371-4442765
r.lisacchi.nutrizionista@gmail.com

Check Also

Cambiamento climatico: un fattore di rischio importante per l’asma in Italia

Cambiamento climatico: un fattore di rischio importante per l’asma in Italia Individuata una correlazione tra …