mercoledì , Luglio 24 2024

Il lockdown differenziato

Il lockdown differenziato
di Massimo Greco

Nel nostro Ordinamento è previsto il cosiddetto “principio di differenziazione”. In forza di tale principio, il legislatore, nell’attribuzione di una funzione amministrativa ai diversi livelli di enti di governo (comuni – province – città metropolitane – regioni – stato) “dovrebbe” considerare le caratteristiche relative alle rispettive capacità di governo degli enti amministrativi riceventi; queste sono caratteristiche demografiche, territoriali, associative, strutturali che possono variare anche in misura notevole nella realtà del paese. Il condizionale è d’obbligo se solo si considera che ancora oggi il Comune di Milano esercita le medesime funzioni amministrative del Comune di Villarosa. L’apatìa del legislatore si manifesta anche in ambiti diversi da quello istituzionale, basti pensare ai fastidiosissimi “studi di settore” i cui parametri applicativi non tengono conto dei diversi territori. Se le cose stanno così figuriamoci oggi a pensare di differenziare il lockdown. Il Governo, ancora una volta, ha dovuto assumere iniziative restrittive su tutto il territorio nazionale senza neanche tentare una differenziazione fra i diversi territori dello “stivale”. Così come, ancora una volta ha dovuto programmare una politica di incentivi e ristori per coloro che saranno costretti a chiudere la propria attività economica e/o a perdere il lavoro. Vorremmo sommessamente chiedere al Presidente Conte se agli atti del suo governo esistono “movide” nei moribondi comuni dell’entroterra siciliano, o assembramenti nei superstiti ristoranti delle madonìe siciliane. Si è mai chiesto il Presidente Conte cosa significa (ri)chiudere per un’attività economica ricadente in un area centrale e interna della Sicilia? Farebbe bene il Presidente Conte a programmare non solo a liquidare agli Operatori economici del mezzogiorno le indennità risarcitorie promesse, ma anche a liquidare il trattamento di fine rapporto!

Check Also

Aidone: assistenza domiciliare agli anziani finanziata dal Pnrr

Aidone. Servizio di assistenza domiciliare finanziato con il Pnrr. C’ è tempo fino alle ore …

Lascia un commento