venerdì , Maggio 24 2024

Ad Aidone il più grande impianto fotovoltaico costruito da Edison in Italia

Edison, azienda leader nel fotovoltaico, ha inaugurato ad Aidone un nuovo impianto della potenza installata di 41 MW.

L’impianto Solecaldo, situato in contrada Malaricotta, è il più grande che Edison abbia attualmente in Italia, con una producibilità di oltre 71,5 GWh all’anno e con la capacità di soddisfare il bisogno energetico di 26.500 famiglie ed evitando l’emissione in atmosfera di oltre 29.000 tonnellate di CO2 all’anno. Con l’entrata in esercizio del nuovo impianto di Aidone, il Gruppo conferma una robusta pipeline di sviluppo nel fotovoltaico, confermando il proprio ruolo di operatore responsabile impegnato nella transizione energetica del Paese all’interno della strategia di crescita nelle energie rinnovabili, che prevede 2 GW di capacità installata fotovoltaica al 2030. «Con il nostro piano di investimenti nelle fonti rinnovabili confermiamo l’impegno nella sfida della transizione energetica volto a realizzare un futuro sostenibile per le aziende e le persone» – dichiara Nicola Monti, amministratore delegato di Edison – Grazie al nuovo impianto di Aidone rafforziamo ulteriormente la nostra presenza in Sicilia, aumentando la quota di energia rinnovabile a disposizione del territorio». Edison si occupa di fotovoltaico dal 2019, come spiega Marco Stangalino, vicepresidente esecutivo Power Asset Edison. “In Italia -dichiara Stangalino – abbiamo circa 150/200MW di impianti fotovoltaici perché ci siamo concentrai, negli anni scorsi, sull’eolico e l’idroelettrico, lasciando gli impianti fotovoltaici ai fondi di investimento perché non li consideravamo l’unico obiettivo di una società industriale. Dal 2019 ci siamo concentrati anche sul fotovoltaico con le nuove tecnologie e questo di Aidone è il primo che ha questa tipo di spinta da parte di Edison e di tecnologia di inseguimento dei pannelli rispetto al sole, del tipo girasoli tali da poter avere un’efficienza piuttosto elevata nella produzione di energia elettrica”. Per costruire l’impianto Solecaldo ci sono voluti tre anni in autorizzazioni e 30 mesi di lavoro con 140 mila ore lavorate. Ben 45, le imprese fornitrici. L’allaccio alla rete elettrica nazionale e la conseguente entrata in esercizio dell’impianto sono avvenuti nel dicembre 2023. Per attenuare l’impatto ambientale, Edison, nella sua politica di sostenibilità, che ha come pilastri fondamentali il capitale naturale e il paesaggio, attorno all’impianto, ha messo a dimora 10.600 piante di ulivo dislocate su 17 ettari. “In sinergia con le istituzioni territoriali – sottolinea Stangalino- cerchiamo di trovare un equilibrio su questo tipo di impianti che, nonostante sia fonte di tipo rinnovabile, comunque ha sempre un certo impatto ambientale, anche solo visivo. Abbiamo inoltre firmato convenzioni con il comune di Aidone e quelli limitrofi (Ramacca, Raddusa…), per quanto riguarda la parte dell’allaccio elettrico, tali per cui da dare loro percentuali sulla produzione dell’impianto fotovoltaico. L’impianto Solecaldo è stato costruito con fondi di Edison, avendo il Gruppo la capacità finanziaria per costruire questi tipi impianti. “L’impianto ha sicuramente ricadute positive per il nostro territorio – afferma la Sindaca di Aidone Annamaria Raccuglia- perché è uno dei più importanti costruiti in Italia soprattutto per quanto riguarda la transizione ecologica, anche dal punto di vista della tutela ambientale con la riduzione di CO2 ma anche perché l’impianto non deturpa il nostro territorio grazie alle piante di ulivo messe a dimora. Attraverso questo impianto contiamo di promuovere la conoscenza di questi tipi di fonti rinnovabili da parte delle scuole”. Con il nuovo impianto di Aidone, Edison prosegue nell’implementazione del suo piano di sviluppo al 2030, che, in linea con le politiche nazionali ed europee di decarbonizzazione e transizione energetica, prevede di incrementare, dagli attuali 2 GW a 5 GW, la capacità rinnovabile installata in Italia. In particolare, Edison mira a realizzare 2 GW di nuova capacità fotovoltaica, 1 GW di eolico e a mantenere la quota di idroelettrico a 1 GW. Nell’ambito del piano di sviluppo di Edison, la Sicilia è un territorio altamente strategico. Al momento, il Gruppo detiene e gestisce nella regione 4 impianti eolici da 104 MW situati nelle province di Trapani, Enna e Messina, e, oltre al nuovo impianto di Aidone da 41 MW, un fotovoltaico da 5 MW ad Agira (in provincia di Enna). A questi si aggiungono un nuovo cantiere, recentemente aperto, per un impianto fotovoltaico da 55 MW a Tudia (PA), e ulteriori 3 impianti fotovoltaici da 60 MW già autorizzati. Infine, sono in corso gli iter di autorizzazione per la realizzazione di 6 impianti fotovoltaici da 220 MW e 7 eolici da 330 MW.
Angela Rita Palermo

Check Also

Aidone. Il maestro aidonese Giuseppe Di Giunta a Palermo per il 1° concerto della Rassegna “Musica in Cammino con Santa Rosalia”

Aidone. Si chiama “Dialogo”, la composizione, per violoncello e mandolino, del maestro Giuseppe Di Giunta, …